|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.centrostudi.50epiu.it
07/01/2020

'Barbonismo domestico': alla radice, la solitudine

Ci sono casi in cui la solitudine, in modo particolare nella fase più avanzata della vita, porta le persone a vivere in uno stato di abbandono sia verso se stessi sia verso l’ambiente abitato.

Si parla di barbonismo domestico quando le abitazioni vengono trasformate in vere e proprie discariche. Nella casa si accumulano gli oggetti più disparati, in un allarmante quadro igienico, come se le cose potessero offrire un rapporto e riempire il vuoto della solitudine. Spesso a peggiorare la situazione c'è il fatto che le persone anziane che vivono questa situazione ai limiti, sono oggetto di una forte dipendenza da farmaci, che vengono assunti in dosi massicce o accompagnati da un eccessivo consumo di alcol.

Nel 2016 in uno ricerca fatta su Roma e pubblicata con il titolo "Uno studio sul barbonismo domestico nell’area metropolitana di Roma. Tra povertà, Sindrome di Diogene e disposofobia" a cura del sociologo Luca Di Censi, segnalava che tra il 2003 e il 2014 erano stati individuati 660 casi relativi a questa problematica. Lo studio evidenzia che il fenomeno di barbonismo domestico (chiamato anche Sindrome di Diogene, dal filosofo greco che viveva in condizioni precarie all’interno di una botte) riguarda soggetti giovani e anziani, che più della metà vivono in una casa di proprietà, sono in possesso di un reddito ed hanno ricevuto una educazione scolastica qualificata. Queste persone non rientrano in una situazione di disagio economico, pertanto il fenomeno non va letto esclusivamente dal punto di vista reddituale. La loro situazione è il frutto di più problematiche, che necessitano di un intervento sinergico.

Il sociologo Di Censi ritiene che la situazione possa peggiorare per una serie di correlazioni quali l’invecchiamento, l’assottigliarsi delle reti familiari, sociali. Ritiene sia necessario un welfare rigenerativo che sia cioè in grado di rigenerare le risorse (già) disponibili, responsabilizzando le persone che ricevono aiuto, al fine di aumentare il rendimento degli interventi delle politiche sociali a beneficio dell’intera collettività.

Per fronteggiare la situazione, il Comune di Roma ha messo a punto un progetto sperimentale dal titolo “Vicini di casa. Servizio di prossimità a persone o nuclei in condizioni di fragilità sociale”.


(Fonte: www.centrostudi.50epiu.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Le età della mente. Una guida al nostro cervello, dalla nascita all'invecchiamento

Il nostro cervello conosce processi che ne garantiscono lo sviluppo e l’aumento delle capacità attraverso l’apprendimento. Ma in ogni fase della vita può essere oggetto di aggressioni che possono comprometterne le funzioni: stili di vita scorretti, fumo, uso di droghe o abuso di alcol, alimentazione sbagliata. Per questo l’attenzione verso il cervello dovrebbe accompagnarci lungo tutto l’arco dell’esistenza. 

Insieme si può: colibrì di carta in dono agli ospedali e alle RSA

I volontari del'associazione bellunese "Insieme si può" hanno realizzato dei colibrì di carta, distribuiti a fine febbraio, a 22 RSA e 3 ospedali della provincia di Belluno per manifestare la vicinanza nei confronti di chi in questo momento sta vivendo delle difficoltà.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

In Italia è tornata a crescere la povertà assoluta. Non è mai stata così alta dal 2005. Secondo le stime preliminari dell’Istat, riferite al 2020, il valore dell’incidenza di povertà assoluta è in crescita sia in termini familiari (da 6,4% del 2019 al 7,7%) sia in termini di individui (dal 7,7% al 9,4%). L’incidenza di povertà assoluta cresce soprattutto tra le famiglie con solo una persona di riferimento occupata (7,3% dal 5,5% del 2019).

 

Vinci Romina, www.spazio50.org, 06/03/2021

Parola chiave: Povertà, Ricerca

 

L’orto condiviso di Peschiera del Garda, su un terrenno di proprietà comunale, è un piccolo Eden che grazie alle cure dei volontari che lo coltivano produce verdura per tutto l’anno, contribuendo all'alimentazione delle famiglie bisognose del territorio.

 

Ferraro Katia, ww.larena.it, 04/02/2021

Parola chiave: Lavoro socialmente utile, Orti

 

Vittore Bocchetta ha 102 anni e un’inquietudine dentro che non si è mai placata. Accademico, scultore, pittore, scrittore, antifascista militante, internato dai nazisti, infine reduce. In questa intervista racconta la sua vita avventurosa, i cui ricordi partono dal sapore dei fichi secchi delle campagne di Sassari portati a casa da suo nonno.

 

Sini Andrea, www.lanuovasardegna.it, 30/01/2021

Parola chiave: Storie di vita

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 152 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.