|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
12/02/2020

Fonte
www.lagazzettadelmezzogiorno.it

Puglia: sono più di 14mila gli anziani trasferitisi all'estero

Ogni anno l'INPS invia all'estero circa 400mila assegni pensionistici per un importo intorno al miliardo di euro. Indicativamente si valuta che circa 473mila pensionati over60 risiedono in 160 diversi Paesi. Una delle ragioni di questa scelta è la possibilità di pagare imposte inferiori a quelle previste dalla legge italiana.

Chi risiede prevalentemente (almeno 183 giorni all’anno) in un altro Paese, visto che lì si usufruisce di servizi pubblici di cui non si gode più in Italia, pagherà le tasse del Paese ospitante e riceverà l'assegno pensionistico al netto della tassazione prevista. L'altra ragione per cui si sceglie di lasciare l'Italia è determinata anche da un clima più favorevole, da ritmi di vita più rilassanti o da un costo della vita inferiore.

L'indagine Istat fatta nella regione Puglia ci dice che nel 2018 (ultimi dati disponibili) 9.083 uomini e 5.131 donne, per un totale di 14.214 pugliesi (tra pensionati e non) si sono trasferiti all'estero.

L'Italia, con la legge di Bilancio 2019, offre ai pensionati residenti all’estero da almeno cinque anni la possibilità di tornare e risiedere nei Comuni piccoli, con meno di 20mila abitanti, in Sicilia, Calabria, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia, pagando fino al 2024 una imposta sostitutiva e forfettaria con aliquota al 7 per cento.


(Tratto dall’articolo www.lagazzettadelmezzogiorno.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

I futuri anziani abiteranno in alloggi affittati e non di proprietà

L’istituto britannico di statistica ha rilevato che a fronte di una quota crescente di anziani proprietari di casa c’è un aumento di giovani che non è in condizione di poter acquistare l’abitazione.

Ricerca sulla condizione degli anziani rispetto al coronavirus

Dal 13 al 18 marzo scorsi, 50&Più ha svolto un importante sondaggio sull'impatto che il coronavirus ha avuto rispetto alla popolazione anziana. L'indagine ha coinvolto un campione di 3.782 persone over 55 da tutta Italia.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Il 2 luglio 2020, dalle ore 14 alle ore 17, si terrà un Webinar ad accesso libero organizzato dal DIMET (Dipartimento di Medicina Traslazionale) dell’Università del Piemonte Orientale. Il tema principale sarà l’invecchiamento in relazione all’infezione da COVID-19, i suoi aspetti clinici, immunologici ed epidemiologici e le risposte di ricerca dell’Università alla pandemia.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 01/07/2020

Parola chiave: Ricerca

 

A Olivetro Citra, in provincia di Salerno, è iniziato il progetto contro l'isolamento sociale Case intelligenti, il quale prevede l’installazione di sensori ambientali connessi a una piattaforma tecnologica.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 27/06/2020

Parola chiave: Assistenza Domiciliare, Domotica, Design

 

L'Auser di Empoli, dopo la chiusura delle attività dovuta al covid19, riapre i locali nel rispetto della sicurezza adeguando le sedi agli attuali protocolli anti-contagio e provvedendo alla sanificazione.

 

Scritto da Desanti Gianni il 29/06/2020

Parola chiave: Volontariato di anziani

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6248 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.