|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
26/02/2020

Fonte
www.econopoly.ilsole24ore.com

I futuri anziani abiteranno in alloggi affittati e non di proprietà

L’istituto britannico di statistica ha rilevato che a fronte di una quota crescente di anziani proprietari di casa c’è un aumento di giovani che non è in condizione di poter acquistare l’abitazione.

Come in molte altre economie avanzate la Gran Bretagna deve fare i conti con l’invecchiamento della popolazione e conseguentemente con l’implicazione che questo avrà sull’economia dei prossimi anni.

Dalle valutazioni fatte tra il 1993 e il 2017 risulta che i tre quarti degli ultra65enni britannici sono proprietari dell’abitazione in cui vivono mentre sempre meno giovani sono in grado di richiedere un mutuo per l’acquisto della prima casa.

Se il trend si manterrà tale, nel futuro le persone più anziane avranno maggiori probabilità di vivere in affitto rispetto agli anziani di oggi. Questo dato potrebbe rendere più difficoltosa la vita anche per gli alti costi di affitto delle case. Per un altro verso l‘ONS (Office for National Statistics) sostiene che questo non sia necessariamente un male, perché gli anziani non dovranno far fronte ai costi e alle responsabilità di gestione dell’immobile e potranno spostarsi più facilmente.


(Tratto dall’articolo www.econopoly.ilsole24ore.com)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Lotta alla solitudine: dalle case di cura alle case popolari

Antonio è 72enne galiziano, ex dipendente nel settore delle risorse umane, che, non potendosi permettere di pagare una retta di una casa di cura, ha deciso di condividere la propria abitazione con altri anziani che si trovano nella sua stessa situazione. Antonio oltre ad avere un vantaggio di tipo economico, ha instaurato dei rapporti sociali contrastando la solitudine.

Sei un anziano che vive solo? Accogli uno studente a casa tua!

L'associazione Meglio Milano ha realizzato il progetto Prendi in casa uno studente, con lo scopo di aiutare i milanesi a contrastare il carovita attraverso la convivenza, ma soprattutto per aiutare gli anziani che vivono soli a combattere la solitudine accogliendo uno studente a casa propria.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Tutti chiusi in casa: nascono nuove solitudini e inevitabili necessità.

 

Scritto da Mathieu Enza il 25/03/2020

Parola chiave: Bisogni degli anziani

 

Come conseguenza dell'impatto sociale del fenomeno virologico Covid-19, si sono attivate una moltitudine di iniziative solidali.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 25/03/2020

Parola chiave: Bisogni degli anziani, Servizi sociali

 

È allarme per gli oltre 300 mila ospiti che si trovano nelle 7mila strutture da nord a sud dell’Italia.

 

Scritto da Mathieu Enza il 25/03/2020

Parola chiave: Bisogni degli anziani, Welfare

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6199 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.