|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.neodemos.info
10/03/2020

Covid-19: gravissimo, ma non è l'Angelo Sterminatore

Neodemos, foro di osservazione, analisi e proposte delle tendenze in atto, con l’articolo di Massimo Livi Bacci approfondisce la natura del virus Covid-19, le sue conseguenze sulla salute, la letalità, le politiche sanitarie per debellarlo o contenerlo.

Gli ultimi dati forniti dal Dipartimento della Protezione Civile decretano che i casi di contagio accertati nel nostro Paese sono in proporzione alla popolazione superiori a quelli registrati in Cina.  

In questi giorni l’andamento dei casi continua con una progressione esponenziale, moltiplicandosi, ogni giorno, per un fattore pari a 1,3. Questo andamento è tipico di molti fenomeni epidemici che disegnano nel tempo una curva a “campana”, con una ripida salita iniziale, seguita da un rallentamento fino ad un culmine, raggiunto il quale comincia una discesa con andamento speculare rispetto all’ascesa. Sia in Cina sia in Corea del Sud, Paesi nei quali l’epidemia, si è sviluppata prima che in Italia, i contagi sono in fase di rallentamento e questo, presumibilmente, si verificherà anche da noi.  Quando questo accadrà non è al momento possibile determinarlo, quello che è certo è che dipenderà dal vigore delle politiche che verranno attuate per diluire i contatti tra le persone e contenere così il contagio. Il rallentamento del diffondersi dell’epidemia permetterà alla sanità di organizzarsi e dare tempo ai ricercatori di sviluppare farmaci adatti a combattere il virus e, eventualmente, un vaccino.

Il Covid-19 non è l’Angelo Sterminatore. In Italia nel 2017 (ultimo dato disponibile) i decessi per influenza e polmonite furono 14.035; ad oggi il dato di mortalità per il coronavirus sono inferiori. Nell’80% dei casi c’è una rapida guarigione come per una comune influenza, nel 5% dei casi si richiede una terapia intensiva. Questi dati non devono farci sottovalutare il virus perché esso si diffonde molto rapidamente e lo sforzo del sistema sanitario di fronte all’emergenza è, e sarà, tanto più intenso quanto più invecchiata è la struttura per età della popolazione. L’Italia, dopo il Giappone, è il paese più “vecchio” al mondo: nel 2020 il 7,5% della popolazione ha più di 80 anni.


(Fonte: www.neodemos.info)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Vaccino contro l'influenza: alta copertura solo in Bielorussia

Secondo l’European Health Information Gateway, in Europa solo la Bielorussia ha raggiunto l'obiettivo fissato dall' Organizzazione Mondiale della Sanità di vaccinare il 75% della popolazione contro l'influenza. Una copertura superiore al 60% è stata raggiunta da 4 paesi: Irlanda, Portogallo, Federazione Russa e Regno Unito.

I vaccini e le incertezze che preoccupano

Il contributo del Professor Marco Trabucchi

Mi permetto di insistere sulle problematiche relative ai vaccini. Infatti, dopo i primi entusiasmi, si fanno spazio nel dibattito collettivo critiche, dubbi, talvolta vere e proprie fantasie.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

La Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (Favo), in collaborazione con altre organizzazioni, ha promosso un corso di formazione a distanza destinato ai caregiver.

 

Redazione, www.quotidianosanita.it, 20/01/2021

Parola chiave: Assistente familiare, badante, Caregiver, Tumore

 

Il pilota veneto e vicentino Franco Picco ha raggiunto l’apice più alto e memorabile della sua carriera al traguardo dell’edizione 2021 della Parigi Dakar, nostante i successi e i podi raggiunti negli anni ’80. Ha gareggiato con il numero 65, chiesto e ottenuto, stampato sulla sua moto e corrispondente alla sua età.

 

Dal Maso Omar, www.ecovicentino.it, 20/01/2021

Parola chiave: Attività fisica, Longevità

 

Si intitola "Il metodo Montessori e gli anziani fragili – Principi e metodi per migliorare il benessere e le autonomie", il libro scritto da tre pedagogisti Federica Taddia, Annalisa Perino e Ruggero Poi, esperti nella filosofia montessoriana applicata alla terza età.

 

Giannetto Maria Enza, wisesociety.it, 06/01/2021

Parola chiave: Abitazione, Autonomia, Longevità

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 149 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.