|

|

|

|

|


Autore

Un decalogo per vivere in casa, serenamente

Il contributo di Marco Trabucchi

 

La vita di ogni persona sta subendo in questi giorni modificazioni drammatiche, rese ancor più importanti dalla mancanza di qualsiasi esperienza precedente alla quale ispirarsi.

 

In questa atmosfera di incertezza, che colpisce in particolare l’anziano, è utile seguire alcune indicazioni pratiche, derivate dall’esperienza di medici attenti alla salute di chi non è più giovane.

Di seguito ne riportiamo alcune, nella speranza che possano servire a stare meglio sia sul piano psicologico che su quello della salute del corpo.

 

- Non viviamo alla giornata nella continua attesa di notizie, ma coltiviamo ricordi, anche se nostalgici, riguardo a tutto quello che abbiamo vissuto, e proiettiamoci nel futuro, senza rinunciare alla progettualità e ai sogni su cosa faremo nei mesi dopo il coronavirus.

 

- Alzarsi la mattina secondo le proprie abitudini, evitando di restare in pigiama, ma indossando vestiti adeguati e sistemando il nostro aspetto come se si dovesse uscire.

 

- Riprogrammare la giornata e la settimana, rispettando gli orari che abbiamo stabilito. Ogni giorno deve essere dedicato a un’attività aggiuntiva rispetto all’inevitabile routine, come mettere a posto documenti arretrati, rileggere vecchie lettere, cucinare un piatto non consueto, ascoltare l’opera preferita. Bisogna alternare attività sedentarie con attività motorie praticabili in casa (cyclette, flessioni, mobilizzazione articolare, salire e scendere a piedi le scale, ecc.).

 

- Se si ha la fortuna di avere un terrazzino o un balcone, esporsi alla luce solare, che è sempre un potente antidoto contro la depressione, l’osteoporosi, l’insonnia. La primavera sta arrivando…

 

- Bere almeno un litro e mezzo d’acqua (o altri liquidi non zuccherati) al giorno, anche se non si prova il senso della sete. Inoltre, una dieta equilibrata, con abbondante frutta e verdura, servirà a evitare la stitichezza che si può accompagnare alla forzata riduzione del movimento.

 

- Preoccupatevi di contattare un parente, una persona amica (o un’associazione di volontariato) se non avete la possibilità di fare gli acquisti di alimentari in un negozio vicino a casa vostra.

 

- Mantenere o aumentare le relazioni amicali a distanza, utilizzando il telefono, le mail e i social (fatevi assistere da nipoti per via telefonica se avete bisogno di consigli tecnologici), il balcone (per chi può). Con tanto tempo a disposizione cerchiamo di contattare un amico o un parente che non sentiamo da parecchio tempo.

 

- Se avete un animale domestico prestategli maggiore attenzione e maggiori cure.

 

- Seguire con attenzione le prescrizioni per l’assunzione dei farmaci. Se avete delle incertezze consultate per telefono il vostro medico curante, ma non fidatevi dei consigli (personali o televisivi) di falsi esperti. Non vi è nessun motivo per cambiare le terapie che seguivate prima della crisi. Non fate ricorso a medicine per dormire senza la prescrizione del vostro medico: potrebbero essere dannose per la capacità di vivere serenamente.

 

- Trasformiamo l’attuale triste esperienza di riduzione dei contatti che stiamo vivendo a causa del virus in una spinta ad essere domani più aperti, disponibili, attenti alle esigenze degli altri. Dopo aver sperimentato la solitudine saremo più capaci di difendere i nostri affetti e le nostre relazioni, con vantaggi personali e per le persone che ci circondan


(Fonte: )

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Anziani in azione

Motivare la persona anziana "a fare" è un pilastro dell’intervento psicosociale e una delle maggiori difficoltà a cui va incontro l’operatore, a cui è particolarmente rivolto questo libro.

Rendere accessibile a tutti le cure palliative

Nei giorni scorsi, l’8 ottobre, si è celebrata Giornata Mondiale degli hospice e delle cure palliative.

“Le cure palliative – sostiene l’Organizzazione Mondiale della Sanità – sono un diritto umano e un imperativo morale per tutti i sistemi sanitari”.

Il tema scelto per l’edizione 2022 ha come definizione ‘Guarigione dei Cuori e delle Comunità’ perché, secondo gli organizzatori, l’esperienza del dolore e il bisogno di guarire uniscono le persone in tutto il mondo.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Il consumo consapevole del sale è diffuso fra gli italiani, ma anche i fattori di rischio cardiovascolare legato anche all’uso di questo diffuso ingrediente di cucina. É questo il principale risultato emerso dai dati raccolti dalla Sorveglianza Passi dell’Istituto Superiore di Sanità nel biennio 2020-2021.

 

D'Agostino Annarita, www.spazio50.org, 18/11/2022

Parola chiave: Malattie cardiovascolari

 

E' stata testata all' Università di Washington una tecnica con un visore che consente ad un paziente affetto da gravi dolori di estraniarsi dalla realtà e di vivere una esperienza virtuale che limita fortemente il dolore.

Anche in Italia si stanno sperimentando queste tecniche. Con il finanziamento del Ministero della Salute l’Istituto Auxiologico di Milano, specializzato nella ricerca sulla RV applicata alle terapie riabilitative, ha acquistato Cave, una stanza virtuale dove si sperimenta la Telepresenza Immersiva Virtuale. In pratica un luogo dove è possibile simulare gli scenari quotidiani di cura di alcuni disturbi, tra cui quelli cognitivi nelle fasi iniziali e quelli motori conseguenti a ictus e Parkinson.

 

Costalunga Anna, www.spazio50.org, 02/11/2022

Parola chiave: Dolore, Tecnologia

 

Dopo quasi 4 anni dalla presentazione della prima proposta di legge in materia, lo scorso 6 aprile il Senato ha dato il via libera definitivo al "Family Act". La legge delega il governo ad una riforma complessiva delle norme di sostegno e valorizzazione della famiglia ed impegna il governo ad intervenire in cinque, distinti ambiti: educazione, congedi, lavoro femminile, autonomia dei giovani, responsabilità familiari.

 

D'Agostino Annarita, www.spazio50.org, 21/04/2022

Parola chiave: Famiglia

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 196 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.