|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
10/05/2020

Fonte
www.vita.it

I servizi per anziani si ripensano attraverso la cultura della ricostruzione

L'emergenza del coronavirus, nel campo delle case di riposo, non è altro che la punta dell'iceberg.

Non è sufficiente interrogarsi sugli errori compiuti in periodi di criticità. Servirebbe impostare un modello di gestione della popolazione anziana non autosufficiente, puntando molto di più sull'offerta locale del territorio e sulla diffusione della cultura di comunità.

In aggiunta, un sistema da ampliare che ha mostrato risultati positivi, è quello dell'assistenza domiciliare. In quest'ottica si può inserire anche il progetto delle comunità alloggio, che ha insito l'appoggio degli anziani che altrimenti sarebbero soli e dipendenti, e la formazione di operatori sociosanitari, competenti e consapevoli. Bisogna cercare in tutti i modi di cancellare la fotografia di operatori sottopagati e stressati che ripiegano la frustrazione nei confronti degli utenti.

Insomma, non si può non pensare di non potenziare i servizi per la terza e la quarta età. Ciò deve avvenire non all'interno dei tribunali ma in un sistema integrato locale di soggetti pubblici e privati.

La situazione del coronavirus ha insegnato che non è l'emergenza che aiuta a ripensare le politiche, bensì la cultura della ricostruzione.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Rapporto Annuale Istat 2020: la situazione del Paese dopo il COVID

L'Istat ha fotografato la situazione post Covid 19 con la relazione del suo Presidente, il prof. Blangiardo. La situazione italiana nella prima metà dell’anno si presenta eccezionalmente complessa e incerta soprattutto sul piano economico.

Gli italiani e l'ambiente. Gli over 55 sono i più sensibili

Studi effettuati da Toluna per Nestlè e da Utilitalia (associazione reti idriche) rilevano che è cresciuta, in questi mesi, la sensibilità degli italiani rispetto alla tutela dell'ambiente, tanto che si è registrato un aumento della raccolta differenziata di circa il 7%. La fascia più “scrupolosa” è quella degli over 55, che si attiene ancora più meticolosamente alle regole di riciclo e ha meno dubbi sulle prassi da seguire.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Il fenomeno delle truffe agli anziani non ha avuto tregua  nemmeno durante il lockdown. Così, per contrastare questi tristi episodi, la Regione Lombardia ha co-finanziato 27 progetti territoriali volti alla prevenzione e alla lotta dei reati ai danni delle persone anziane.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 19/10/2020

Parola chiave: Aspetti psicologici dell'invecchiamento, Etica, Truffa, frode

 

È stato inaugurato, a Varese, il Parco della terza età, un'area verde accessibile interamente dedicata agli anziani e alla loro salute.

 

Scritto da Enza Mathieu il 19/10/2020

Parola chiave: Attività fisica, Benessere

 

Il Centro ricerche demografiche dell’Università di Groningen, in Olanda, ha indagato l'importanza dell'aiuto dei futuri nonni nella gestione delle neofamiglie in una ricerca dal titolo "Papà, mamma, se avrò un figlio mi date un mano?".

 

Scritto da Enza Mathieu il 19/10/2020

Parola chiave: Famiglia, Nonnità, Rapporto nonni nipoti

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6300 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.