|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
05/08/2020

Fonte
www.linkiesta.it

Occupazione post Covid: aumenta tra i 50-64 anni a discapito di quella giovanile

Covid e gerontocrazia: se da un lato gli anziani sono i più colpiti dal punto di vista clinico, dall'altro le persone di età compresa tra i 50 e i 64 anni hanno trovato più occupazione (seppur di un misero +0.6%) rispetto ai giovani under 25 che hanno subito un crollo maggiore del 10% dal punto di vista occupazionale.

I dati sono influenzati anche dalla piramide demografica inversa, che mostra un numero minore di nuovi nati e un allargamento verso l'apice del numero di anziani. Ma non solo: anche il differimento dell'età pensionabile causato dalle riforme previdenziali ha avuto impatto sull'occupazione. I lavoratori non anziani non rientrano nelle agevolazioni per le assunzioni e spesso non sono appetibili per le aziende.

Questo contesto determina in primo luogo l'aumento dell'inoccupazione giovanile; in secondo luogo il fatto che i ruoli di grande responsabilità sono svolti quasi esclusivamente da soggetti con più di 40 anni; in terzo luogo dimostra l'inefficacia degli incentivi per le assunzioni a discapito dei giovani che non trovano un impiego a tempo indeterminato.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Un decalogo per una sana longevità

In occasione della Giornata Internazionale degli Anziani, che si celebra il 1° ottobre, la Fondazione Valter Longo Onlus, la prima fondazione in Italia dedicata a favorire la longevità sana attraverso l’educazione alimentare nelle scuole ed il sostegno alle persone fragili e in difficoltà, ha diffuso importanti informazioni che dovrebbero diventare parte integrante della routine quotidiana.

Il grande me

Simone, davanti alla consapevolezza di una morte certa, viene raggiunto a Milano dai suoi tre figli, dopo molti anni di lontananza. Mentre la sua lucidità mentale vacilla sempre più, vuole usare il poco tempo che gli resta per rimediare a vecchi errori e mentre ripercorre le tappe della sua esistenza, confessa loro un segreto.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Badabò è un musical che racconta le vicende di una donna che in periodo di Covid-19, a seguito della perdita del lavoro, trova impiego nel settore dell’assistenza domiciliare per anziani.

 

Scritto da Lacchi Nives il 13/11/2020

Parola chiave: Assistenza Domiciliare, Cinema, Rapporti intergenerazionali

 

In occasione della Settimana dell'invecchiamento attivo e in salute, che si è celebrata tra il 2 e 6 novembre, sono emersi alcuni dati sulle condizioni degli over 65.

 

Scritto da Mathieu Enza il 15/11/2020

Parola chiave: Qualità della vita, Ricerca, Stili di vita

 

Perdurando il mortificante “buio in sala” causa Covid-19, lo spazio riservato al cinema non può basarsi su future incerte prime visioni. Continuiamo, allora, data la nostra parola chiave, a esercitarci su alcune opere, anche non recentissime, che la riguardano.

 

Scritto da M.F. il 17/11/2020

Parola chiave: Cinema, Rapporto figli adulti genitori anziani

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6336 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.