|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
05/08/2020

Fonte
www.linkiesta.it

Occupazione post Covid: aumenta tra i 50-64 anni a discapito di quella giovanile

Covid e gerontocrazia: se da un lato gli anziani sono i più colpiti dal punto di vista clinico, dall'altro le persone di età compresa tra i 50 e i 64 anni hanno trovato più occupazione (seppur di un misero +0.6%) rispetto ai giovani under 25 che hanno subito un crollo maggiore del 10% dal punto di vista occupazionale.

I dati sono influenzati anche dalla piramide demografica inversa, che mostra un numero minore di nuovi nati e un allargamento verso l'apice del numero di anziani. Ma non solo: anche il differimento dell'età pensionabile causato dalle riforme previdenziali ha avuto impatto sull'occupazione. I lavoratori non anziani non rientrano nelle agevolazioni per le assunzioni e spesso non sono appetibili per le aziende.

Questo contesto determina in primo luogo l'aumento dell'inoccupazione giovanile; in secondo luogo il fatto che i ruoli di grande responsabilità sono svolti quasi esclusivamente da soggetti con più di 40 anni; in terzo luogo dimostra l'inefficacia degli incentivi per le assunzioni a discapito dei giovani che non trovano un impiego a tempo indeterminato.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Cento docce fatte male

Pietro Boccamara è un uomo vicino ai novant'anni, muto selettivo, depresso e rancoroso. Vive in una casa di riposo nel Pavese, attendendo la fine dei suoi giorni immerso in un odio che non fa sconti a nessuno. Ma l'arrivo di un nuovo ospite metterà a dura prova la caparbietà con cui ha deciso di chiudersi al mondo.

Più vicino a chi ami, il progetto di inclusione digitale voluto da WINDTRE e Senior Italia FederAnziani

WINDTRE e Senior Italia FederAnziani rinnovano la propria collaborazione con l’iniziativa Più vicino a chi ami, volta ad avvicinare gli anziani al mondo del digitale.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Sarà attivo fino al 2023 il progetto Smart Bear (Smart Big Data Platform to Offer Evidence-based Personalised Support for Healthy and Independent Living at Home) che vede coinvolti 27 partners da 11 nazioni.

 

Scritto da Mathieu Enza il 18/01/2021

Parola chiave: Benessere, Europa, Prevenzione, Progetto obiettivo tutela della salute degli anziani

 

Si chiama "Favole al telefono”, come il celebre libro di Gianni Rodari, il progetto messo in campo dalla Geriatria dell’Asl del Verbano Cusio-Ossola e dagli allievi della classe media II B dell’Istituto Comprensivo F.M. Beltrami.

 

Scritto da Lacchi Nives il 16/01/2021

Parola chiave: Letteratura, Rapporto nonni nipoti, Solitudine

 

I volontari di Albignasego, nel padovano, con il contributo del Comune, hanno sperimentato attività socializzanti e di supporto per malati di Alzheimer e per i loro familiari.

 

Scritto da Desanti Gianni il 14/01/2021

Parola chiave: Malattia di Alzheimer, Rete sociale

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6381 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.