|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
05/08/2020

Fonte
www.linkiesta.it

Occupazione post Covid: aumenta tra i 50-64 anni a discapito di quella giovanile

Covid e gerontocrazia: se da un lato gli anziani sono i più colpiti dal punto di vista clinico, dall'altro le persone di età compresa tra i 50 e i 64 anni hanno trovato più occupazione (seppur di un misero +0.6%) rispetto ai giovani under 25 che hanno subito un crollo maggiore del 10% dal punto di vista occupazionale.

I dati sono influenzati anche dalla piramide demografica inversa, che mostra un numero minore di nuovi nati e un allargamento verso l'apice del numero di anziani. Ma non solo: anche il differimento dell'età pensionabile causato dalle riforme previdenziali ha avuto impatto sull'occupazione. I lavoratori non anziani non rientrano nelle agevolazioni per le assunzioni e spesso non sono appetibili per le aziende.

Questo contesto determina in primo luogo l'aumento dell'inoccupazione giovanile; in secondo luogo il fatto che i ruoli di grande responsabilità sono svolti quasi esclusivamente da soggetti con più di 40 anni; in terzo luogo dimostra l'inefficacia degli incentivi per le assunzioni a discapito dei giovani che non trovano un impiego a tempo indeterminato.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Vaccino contro l'influenza: alta copertura solo in Bielorussia

Secondo l’European Health Information Gateway, in Europa solo la Bielorussia ha raggiunto l'obiettivo fissato dall' Organizzazione Mondiale della Sanità di vaccinare il 75% della popolazione contro l'influenza. Una copertura superiore al 60% è stata raggiunta da 4 paesi: Irlanda, Portogallo, Federazione Russa e Regno Unito.

A 94 anni la terza laurea

Benito Rimini (94 anni) si è laureato in Filosofia e Comunicazione con 110 e lode. Per lui è il terzo titolo accademico dopo la laurea in Scienze economiche e commerciali conseguita nel 1954 e quella in Sociologia presa nel 1990.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Secondo il sondaggio USA del National Aging and Disability Transportation Center, il 33% degli americani sopra i 60 anni si identifica con una disabilità che potrebbe rendere difficile guidare un’auto. Nonostante questo l’82% afferma di mettersi al volante a causa della difficoltà nel trovare soluzioni alternative e di sentirsi isolato.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 05/01/2021

Parola chiave: Aspetti psicologici dell'invecchiamento, Bisogni degli anziani

 

Il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) ha svolto uno studio sul fenomeno del gioco d'azzardo in Toscana, nella zona delle Apuane. Un fenomeno crescente che vede la necessità di intervenire su comportamenti a rischio individuati nella popolazione, anche sulla base di una legge regionale approvata nel 2018.

 

Scritto da Desanti Gianni il 28/12/2020

Parola chiave: Dipendenze

 

Quasi otto italiani su dieci (79%) si dicono pronti a vaccinarsi senza timori. É quanto emerge da un'indagine Coldiretti/Ixè divulgata in occasione dell'annuncio dell'avvio delle prime vaccinazioni in Italia ed in tutta Europa il 27 dicembre. 

 

Scritto da Lacchi Nives il 28/12/2020

Parola chiave: Epidemie, Vaccinazioni

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6376 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.