|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
20/01/2021

Fonte
spazio50

Il divario retributivo tra uomini e donne over50 è ancora elevato

Lo stereotipo che gli uomini guadagnano più delle donne è realtà, e diventa più insistente verso i 50-60 anni. Questo fatto è dimostrato dalla società britannica Rest Less, che fornisce consigli e informazioni in tema di lavoro, formazione e salute agli over 50.

Nell'Unione Europea in media le donne percepiscono una retribuzione più bassa rispetto agli uomini del 14% a parità di ore lavorate.
Stipendi più bassi nel lungo periodo hanno conseguenze anche su risparmi e pensioni più basse. I dati variano da settore a settore, ma si registra un divario più elevato nel settore privato.

In Italia, invece, il divario retributivo tra uomini e donne nel 2017 è del 7,4% e si accentua nei contratti a tempo determinato, a collaborazione parziale o a chiamata.

I laurati ricevono uno stipendio maggiore di 3€ rispetto alle colleghe laureate. Il divario degli stipendi tra uomini laureati e diplomati è del 32,6%, mentre per le donne si ferma al 14,3%.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Piccoli consigli per combattere la sedentarietà

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha stabilito come gold standard 150 minuti settimanali cumulativi di attività fisica, ovvero 30 minuti 5 volte a settimana per gli adulti, mentre per i bambini tale soglia si alza a 60 minuti al giorno.

La vicenda di Corrado Augias ci insegna a riconoscere il phishing

Dopo il caso di "phishing" che ha interessato Corrado Augias in questi giorni, ci è sembrato doveroso fare un piccolo approfondimento sul tema, dando ai nostri lettori qualche consiglio su come riconoscere una truffa informatica.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

È statistico: le persone anziane tendono a fare poco movimento. Per combattere una pigrizia che nuoce alla salute e alla sanità pubblica, diverse città hanno dotato aree di parchi pubblici con attrezzi e dettagli pensati per loro.

 

Scritto da Desanti Gianni il 25/04/2021

Parola chiave: Attività fisica, Benessere

 

Abbiamo assistito in questo periodo - da quando è iniziata la vaccinazione - ad una processione infinita di personaggi che, uno dopo l’altro, si sono avvicendati nell’occupare i posti che sarebbero dovuti andare ai più anziani.

 

Scritto da Desanti Gianni il 24/04/2021

Parola chiave: Vaccinazioni, Politiche riferite alla popolazione anziana

 

Per arginare il problema della solitudine venutosi a creare a causa delle pandemia principalmente tra le persone anziane, la Caritas diocesana di Perugia-Città della Pieve ha elaborato un progetto della durata di un anno denominato “Argento vivo”. Un'inziativa che si articolerà attraverso una serie di servizi e attività di laboratorio virtuali e in presenza (appena sarà possibile), dando anche un’opportunità occupazionale ad alcuni giovani.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 15/04/2021

Parola chiave: Aspetti psicologici dell'invecchiamento, Cultura e informazione: fruizione e richiesta, Epidemie, Rete sociale, Solitudine

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6456 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.